GIARDINI IN TASCA E NELLA MENTE

giardiniNella tradizione orientale il concetto è già forte da secoli, ma anche in Occidente l’esiguità degli spazi e la politica di incremento del verde urbano stanno rafforzando l’idea di microgiardini, spazi reali e non solo concettuali dove le ridotte dimensioni non precludono la possibilità di un ricco mondo vegetale circoscritto. Quali le tipologie possibili, gli abbinamenti di specie, le architetture verdi praticabili nello spazio di un vaso o di un balcone, i consigli, le tecniche. Tutto questo ed anche di più nell’affascinante libro pubblicato da Il Castello “Coltivare giardini in miniatura”. Con l’ausilio di illustrazioni, disegni e fotografia, Holly Farrel ci ricorda che è possibile creare un paesaggio in un solo vaso, o un intero ecosistema in un terrario di vetro. Come solo i bambini ed i creativi sanno immaginare, anche un vasetto di vetro può diventare un piccolo orto. “Con vasi che vanno dalle teiere ai tappi di sughero ai vasetti da marmellata – si legge nell’introduzione al volume – ci sono giardini che si possono infilare in cucina e in bagno, in salotto e in ufficio. Il giardinaggio in miniatura è adatto a chi ha poco spazio, ma anche a chi ha poco tempo. I progetti di questo libro sono facili da creare e da curare; non serve esperienza. Ogni schema di coltivazione fornisce varie opportunità per adattarlo in base ai gusti e alla fantasia”. Si tratta di andare oltre il riduttivo uso di coltivare piante essenziali sul balcone, i piccoli orti e giardini in miniatura rappresentano un modo di coltivare anche lo spirito, migliorando il nostro rapporto con noi stessi, con gli altri e con il mondo.

Farrel Holly
“Coltivare giardini in miniatura”
Editore Il Castello
Pagg.144 – euro 14.00

Posted by on 8 novembre 2017. Filed under Incartamenti. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.