LE GESTA DI AUGUSTO IN UN ROMANZO AVVINCENTE

cover_augusto_Layout 1E’ stato il primo imperatore dell’Impero Romano, sotto di lui sono fiorite la Letteratura e le Arti, in un periodo caratterizzato dall’assenza di guerre ai confini, tanto da poter parlare di “Pax Augustea”. Ottaviano, “l’Augusto”, viene ora ricordato in occasione del bimillenario della sua morte. Tra mostre, dibattiti e incontri, segnaliamo quello che il Los Angeles Times ha definito un capolavoro: “Augustus”, il romanzo di John E. Williams che ora viene riproposto da Castelvecchi in una nuova edizione. Ottaviano era il nipote di Giulio Cesare e aveva solo diciotto anni quando il vincitore dei Galli fu assassinato. Come in una saga del potere contemporanea, il giovane erede dell’impero dovrà lottare strenuamente per impedire che siano altri a prevaricare. Già dalle prime pagine di questo libro si viene avvinti dall’incalzare degli eventi, in un romanzo storico reso ancor più vivo dalla narrazione in prima persona. A parlare e raccontare i fatti è il generale Marco Vipsanio Agrippa, braccio destro di Augusto nonché eroe indiscusso della celebre battaglia di Anzio, le gesta del primo Imperatore romano, le guerre che lo videro opporsi trionfalmente alle forze di Marco Antonio e di Cleopatra d’Egitto, le voci di personaggi leggendari come Marco Tullio Cicerone, i fatti salienti dell’impero romano, solitamente raccontati sui libri di storia con pochezza di particolari, vengono così resi appetibili anche ai lettori a digiuno con la materia del tempo. E’ un libro consigliato a tutti: docenti, studenti, appassionati di Storia e lettori amanti di romanzi d’avventura. Un’avventura vera, di duemila anni fa.

 

John E. Williams
“Augustus”
Castelvecchi editore
Pagg. 382  – euro 18

Posted by on 1 dicembre 2014. Filed under Incartamenti. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.