UNA BUSSOLA TRA ORIENTE E OCCIDENTE

UNA BUSSOLA TRA ORIENTE E OCCIDENTE

bussolaE’ uno dei romanzi più belli del 2016. Un intreccio di culture, una storia che appassiona, un sincretismo straordinario tra le due facce della cultura dell’uomo, l’Oriente e l’Occidente. “Bussola” è davvero un libro sorprendente. Non lo si comprende bene all’inizio, nonostante la grande capacità di scrittura e la scorrevolezza del testo. Pagina dopo pagina, si ha gradualmente l’impressione, leggendo, di entrare come in un mondo di continui rimandi. E’ il sistema delle scatole cinesi della meraviglia, vero motore della storia e della cultura. Senza mai abbandonarsi a lunghe e pesanti disgressioni, e senza saccenteria, nell’inteccio di una storia d’amore Enard racconta le vite avventurose e appassionate di scrittori, avventurieri, musicisti, viaggiatrici che si sono lasciate ammaliare dalla sensualità e dalla fascinazione di luoghi lontani, metafore di un esotismo che alberga stabilmente nella mente di ogni uomo. E’ stato definito come un romanzo maestoso sui nostri rapporti con le civiltà orientali, islamiche, turche, persiane, siriane.L’intreccio procede attraverso la doppia storia di due amori impossibili: la prima tra un timido orientalista austriaco e un’affascinante collega francese lungo le strade di Turchia, Siria, Persia; e la seconda tra Occidente e Oriente nel corso della Storia. Leggendo dell’uno si viene condotti verso l’altro è viceversa. Del resto l’amore per la conoscenza è il più passionale dei nostri amori. Non a caso il libro ha vinto, meritatamente, il Premio Goncourt 2015.

Mathias Enard
“Bussola”
Edizioni E/O
pp. 424 € 19,00

Posted by on 2 gennaio 2017. Filed under Incartamenti. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.